Archivio per la categoria “Svago”

I fatti della settimana: 15-21 Ottobre

Prosegue la nostra rubrica settimanale con i fatti del giorno.

  • 15 Ottobre: nel 1582 entra in vigore il calendario Gregoriano; nel 1764, visitando Roma, Edward Gibbon osserva dei frayi scalzi che intonano vespri sulle rovine del tempio di Giove: questa visione gli servirà come ispirazione per la “Storia del declino e della caduta dell’impero Romano”, considerata la maggiore opera letterario inglese del XVIII secolo; nel 1783 la mongolfiera dei fratelli Montgolfier si innalza per la prima volta in cielo; nel 1815 Napoleone inizia il suo esilio sull’isola di Sant’Elena; nel 1822 Carlo Felice di Savoia istituisce il Corpo Forestale dello Stato; nel 1844, il diciannovenne Johann Strauss jr, divenuto famoso per i suoi valzer come Sul bel Danubio blu, ma anche Wiener Bonbons, Kunstlerleben ed altri, debutta come compositore e direttore d’orchestra al Casinò Dommayer di Vienna; Continua a leggere…

I fatti della settimana: 8-14 ottobre

In questa rubrica settimanale, potrete trovare gli anniversari più significativi (o perlomeno che potrebbero suscitare maggiormente la vostra curiosità), che si terranno nella settimana a venire. Qualcuno si potrà domandare perché non abbiamo iniziato da Lunedì 1 ottobre, ebbene, lo abbiamo fatto per risparmiare sull’anno 1582, anche perché tra il 5 e il 14 di ottobre di quell’anno non è successo niente; e questo perché quei giorni non sono mai esistiti: furono eliminati dal calendario gregoriano, quello che utilizziamo tutti noi per intenderci, nella bolla papale Inter Gravissimas, per riallineare il calendario alle stagioni. Questo cambiamento non venne attuato dalla chiesa d’oriente, quella ortodossa, ed è per Questo che in Russia il capodanno, il Natale e tutte le altre festività vengono celebrate circa due settimane dopo di noi. Ma adesso, iniziamo! Continua a leggere…

Il doodle di Pasquetta – “The horse in motion” di Eadweard Muybridge

Così come il noto motore di ricerca di Mountain View ci ha già abituato da tempo, anche per il Lunedì dell’Angelo abbiamo avuto una sorpresa, con cui Google ha reso omaggio al fotografo inglese, pioniere della fotografia in movimento.

Il doodle nasce dalla richiesta del governatore Leland Stanford di vedere soddisfatta una propria curiosità, che inoltre aveva influenzato le rappresentazioni pittoriche fino a quell’epoca: sapere se durante il galoppo di un cavallo c’è un momento in cui tutte e 4 le zampe sono sollevate da terra. Egli sistemò dunque lungo il percorso 24 fotocamere, con cui catturare altrettanti fotogrammi, i quali dimostrarono che effettivamente tutte e 4 le zampe si sollevavano, anche se non durante la massima estensione come si era pensato e dipinto fino ad allora. Questo studio fu poi ripreso e completato da Edgar Degas. In seguito il precursore della cronofotografia interruppe le sue attività, a causa di un evento che sconvolse la sua vita (aver scoperto il tradimento della moglie e averne ucciso l’amante; verrà tuttavia prosciolto in quanto l’atto era, per le leggi di allora, giustificato).

Ecco anche una rappresentazione grafica del montaggio fotografico eseguito da Muybridge, che ancora per poche ore potrete ritrovare su Google.

Un po’ di svago, offese rumene

Dicono che il modo migliore per conoscere un popolo sia apprenderne prima la lingua… noi ci crediamo, ed è per questo che vi forniamo questa pratica guida, che speriamo troverete utile nei vostri viaggi in Romania; ecco quindi a voi una carrellata delle più fantasiose offese nella lingua dell’oriental Paese:

  • Sugi pula: gentile invito a compiere un rapporto orale al maschio; indica inoltre un dissenso con ciò che l’interlocutore ha espresso.
  • Dute-n pizda matii oppure Te bag in pizda matii: si sollecita l’interlocutore a recarsi nella vagina materna (oppure lo si inserisce direttamente con la seconda espressione), si può anche tradurre con un “vai a quel Paese”
  • Bagamias pula: espressione comunemente usata nel qual caso qualcosa non si svolga secondo il nostro volere.
  • Te fut in cur: faccio con te della sodomia Continua a leggere…

Navigazione articolo