Artemisia Gentileschi

ARTEMISIA GENTILESCHI
Caravaggio non lasciò una scuola, ma degli esempi; abbiamo pertanto dei caravaggeschi, ovvero dei pittori che si rifacevano a lui. Orazio Gentileschi fu uno di questi, e la figlia, Artemisia, seguì le orme del padre. Nonostante una esistenza non facile e piuttosto tormentata (fu infatti vittima di uno stupro da parte di Agostino Tassi, amico del padre, che in teoria avrebbe dovuto introdurla alle regole della prospettiva), riuscì comunque ad emergere nel panorama artistico grazie al suo talento.

MADDALENA PENITENTE

La donna rappresentata è molto possente. La profondità è data dalla sedia. La donna è in movimento, e il panneggio è assai ridondante.

GIUDITTA CHE DECAPITA OLOFEME

Giuditta era un’eroina biblica, che sedusse Olofeme per farlo ubriacare ed ucciderlo. Artemisia dipinse due quadri ritraenti questa scena: uno di essi conservato a Firenze agli Uffizi, l’altro a Napoli: quest’ultimo, che andremo ad analizzare, appare più piccolo del primo e con colori diversi. La critica ha voluto vedere, nella drammaticità e violenza dell’atto omicida, una espressione di quello che Artemisia provava a livello interiore dopo lo stupro; si può notare a tal proposito anche una certa soddisfazione nel volto di Giuditta, aiutata da una fantesca. Il volto di Olofeme, messo in evidenza da un gioco di luci in cui si vede l’ispirazione caravaggesca, è molto sofferente. Le stoffe sono molto preziose.

Anche Caravaggio dipinse questa scena, in precedenza, anche se con dellel differenze: vi è il drappo rosso, simbolo della passione, un fiotto di sangue che zampilla (mentre nel dipinto di Artemisia scorre macchiando i cuscini) e una maggiore indecisione nel volto di Giuditta.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: