Un po’ di svago, offese rumene

Dicono che il modo migliore per conoscere un popolo sia apprenderne prima la lingua… noi ci crediamo, ed è per questo che vi forniamo questa pratica guida, che speriamo troverete utile nei vostri viaggi in Romania; ecco quindi a voi una carrellata delle più fantasiose offese nella lingua dell’oriental Paese:

  • Sugi pula: gentile invito a compiere un rapporto orale al maschio; indica inoltre un dissenso con ciò che l’interlocutore ha espresso.
  • Dute-n pizda matii oppure Te bag in pizda matii: si sollecita l’interlocutore a recarsi nella vagina materna (oppure lo si inserisce direttamente con la seconda espressione), si può anche tradurre con un “vai a quel Paese”
  • Bagamias pula: espressione comunemente usata nel qual caso qualcosa non si svolga secondo il nostro volere.
  • Te fut in cur: faccio con te della sodomia
  • Taci boule!: zitto stupido!, si intima il silenzio
  • Muistule: definizione di persona incline al sesso orale, per estensione indica anche persona a noi poco simpatica
  • O fut pe mata in gura: faccio del sesso orale con tua madre, mata si può anche sostituire con altri membri della famiglia, come “sorta” (la sorella) oppure tanti altri che il pudore ci consiglia di non mettere.
  • Te pun capra: ti faccio assumere la posizione a pigreco mezzi
  • Mata are o pizda cat galeata: si lodano le dimensioni della vagina della madre dell’interclocutore, di cui si dice sia larga quanto un secchio.
  • I-ti fut una in cap: si minaccia di colpire l’interlocutore alla testa con violenza creandogli forti emicranie e damage 100.
  • Poponar: si dà per scontata l’omosessualità dell’interlocutore.
  • Pitipoanca: ragazza truzza, che molto verosimilmente sarà anche di facili costumi
  • Cocalar: ragazzo truzzo, che ascolta manele, genere musicale ADORATO in Romania
  • Esti mai prost decat prevede legea: sei più stupido di quanto previsto dalla legge
  • Ai baut gaz???: Hai bevuto del GPL? L’assunzione di GPL è associata al dar in escandescenze
  • Pulalaule!: Cazzone! e non è certo riferito alle dimensioni del membro…
  • Fa-ti o laba: invito a compiere su se stessi della (mal)sana masturbazione
  • Ai coaele ca doua pastai: si fa notare all’interlocutore che ha dei testicoli assai piccoli, come dei piselli
Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: